giovedì 28 febbraio 2013

IL PORTAFOGLIO SI ALLEGGERISCE, LA WISHLIST SI ALLUNGA

Buonasera, lettrici e lettori! Qui sempre Ale, questa volta pigiama con le mucche, tante piccole mucche saltellanti (forse passo troppo tempo in pigiama), che fissa sconsolata la sua Wishlist di Amazon e cerca qualche modo di diventare milionaria entro breve. Per il momento l'unica idea che mi è venuta è quella di vincere alla lotteria, ma purtroppo sono quel genere di persona che perde l'autobus e scivola sul ghiaccio, al che direi che la Dea bendata non è proprio la mia BFF...

mercoledì 27 febbraio 2013

UN UCCELLINO MI HA DETTO...

già, non scherzavo.
Ok, calma.
Ero in pigiama (quello con gli orsetti polari), mi mangiavo un Kinder Cereali e intanto leggevo le ultime notizie su Twitter quando... scopro che la Mondadori, per la Collana Chrysalide, pubblicherà, da qui a Maggio, i quattro prequel che precedono l'uscita italiana di Throne of Glass di Sarah J. Mass! Mi è spuntato un mega-sorriso e l'ho subito comprato! Dovete sapere che tenevo d'occhio questa trilogia da un bel po' e qualche giorno fa l'ho aggiunto ai miei Want to Read su Goodreads: il Destino ha fatto in modo che noi due ci incontrassimo, ora però tocca a Sarah J. Maas farmi innamorare!


martedì 26 febbraio 2013

RECENSIONE: Colpa delle stelle di John Green

Titolo: Colpa delle stelle
Autore: John Greem
Anno di pubblicazione: 2012
Pagine: 347
Prezzo: 16€ 
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.


lunedì 25 febbraio 2013

ARIA DI CAMBIAMENTO



Buona sera, lettori e lettrici! Qui da noi nevica ancora e spero lo faccia tutta la notte! 
Oggi è lunedì, probabilmente il giorno più odiato della settimana, e fra questo tempo noioso e il freddo che congela gli arti, ho deciso di scrivere un breve post prima di andare a letto...
Come dice il titolo del post, su Cercatori di Libri c'è aria di cambiamento; sia io che Ari vogliamo arracchirlo e renderlo speciale. Il primo passo che abbiamo compiuto è stato aggiungere questa rubrica, Elucabrazioni di una lettrice, per raccontare un po' di noi... Al momento sono sommersa da letture in sospeso, libri che fanno muffa sul mio comodino, e vorrei tanto avere più tempo da dedicargli. Ari sta leggendo Hyperversum di Cecilia Randall, un bel mattone fantasy ambientato nel Medioevo, e rileggendo Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen (io ho una fobia nei confronti dei classici e non mi sarei mai nemmeno avvicinata alla Austen, ma per fortuna Ari mi ha costretto a leggerlo!) mentre io mi dedico a zombie, angeli, vampiri e streghe... Nel frattempo cerco di scrivere una recensione degna di questo nome per Colpa delle stelle di John Green, che ad Ottobre, quando l'ho acquistato e letto, mi ha buttato in una brutta fase fatta di Kleenex e disperazione. Maledetto John Green! Abbiamo un rapporto di amore-odio, noi due. Perfino i suoi ringraziamenti e le sue dediche sono bellissime! Davvero, di quest'uomo leggerei anche la lista della spesa! Il secondo passo è stato cambiare finalmente i colori e la grafica del blog. Il Magico Mondo dei Banner diventa sempre più 
affascinante e vario, è una dimensione parallela dove mi perderei volentieri. Adesso Cercatori di Libri, mi sembra più ordinato e organizzato e in più rispecchia i gusti di entrambe! L'immagine l'abbiamo trovata su Internet e ci ha fatto innamorare, è evocativa.
Buona serata,
-Ale-

E voi cosa state leggendo?
Vi piace la nuova grafica?
Di quale scrittore leggereste volentieri la lista della spesa?


domenica 24 febbraio 2013

RECENSIONE: La valle della paura di Arthur Conan Doyle


Titolo: La valle della paura
Autore: Arthur Conan Doyle
Anno di pubblicazione: 2012
Pagine: 224
Prezzo: 7€
Trama:  Un delitto inspiegabile, avvenuto nel castello della famiglia Douglas, mette in moto Sherlock Holmes, chiamato a risolvere il caso. Giunto sul posto, si rende conto, da alcuni dettagli che sarebbero sfuggiti ai più ma non a lui, che le cose non sono affatto come appaiono e che l'assassinato non è l'uomo che tutti credono. In realtà, il luogo del delitto non è altro che il teatro di una incredibile e clamorosa messa in scena. La mancanza delle fede nuziale al dito dell'assassinato è il primo indizio a mettere Holmes in sospetto. E lo strano simbolo tatuato sul suo braccio, nonché la mancanza di un manubrio ginnico che dovrebbe esserci ma non c'è, finiscono per confermarlo nei suoi sospetti. A poco a poco, nella sua mente prende corpo un'ipotesi che lo condurrà sulle tracce di una segreta Loggia, una feroce banda di assassini guidata da un misterioso Gran Maestro. Lo scoppiettante finale a sorpresa vede l'apparizione di una vecchia conoscenza di Holmes, il professor Moriarty, l'irriducibile avversario del grande detective londinese. Ancora una prova magistrale, l'ultima, della raffinata mente di Sir Arthur Conan Doyle.



Questo libro mi è stato regalato da una mia amica per Natale. Avevo già in programma di leggere uno dei gialli di Conan Doyle e questa è stata l'occasione che cercavo. Mi sono guardata bene dal leggere l'introduzione all'inizio (perchè di solito ti rovina la storia) e sono entrata nella narrazione.              
La Valle della Paura è l'ultimo romanzo scritto da Doyle con protagonista Sherlock Holmes ed è diviso nettamente in due parti. La prima narra la storia delle indagini del famoso investigatore, la seconda invece  ci mette a conoscenza di fatti accaduti nel passato dell'uomo apparentemente assassinato.
Il libro parte davvero bene con il caso in cui Holmes è chiamato ad investigare. E' intrigante e riesce a catturare completamente l'attenzione del lettore.I particolari della storia s' intrecciano talmente bene, che l'autore svela piano piano i nuovi indizi, alternandoli a colpi di scena che mandano in fumo ogni supposizione e sospetto nati nella mente del lettore. Alcuni sono talmente sorprendenti che mi è capitato più di una volta di rimanere con la bocca aperta davanti al libro. La seconda parte invece mi è piaciuta di meno, l'ho trovata meno interessante anche se serviva a capire i motivi per cui sono avvenuti i fatti narrati nella prima. Però devo ammettere che anche qui Conan Doyle è riuscito a sorprendermi ancora una volta con un ultimo (signor) Colpo di Scena. Tutta la storia è ricca di particolari e di discorsi diretti. Le descrizioni, fondamentali nei libri gialli, sono scritte in modo tale che leggerle non diventa pesante. Solitamente le descrizioni noiose e gestite male dagli autori sono uno dei motivi più comuni per cui un libro non mi piace. Queste dovrebbero essere un punto di forza della narrazione e non una debolezza.
VOTO: 7
-Ari-


Questa recensione partecipa alla 100 Libri in un anno - Reading Challenge 2013 di Atelier dei Libri!

sabato 23 febbraio 2013

ELUCUBRAZIONI DI UNA LETTRICE #1


Buon piovoso/nevoso (non ho ancora identificato cosa sta cadendo dal cielo) sabato sera a tutti! Questo tempo mi fa venir voglia di ricongiungermi con la mia coperta (con le maniche!), bere un thè caldo, ascoltare musica deprimente ma soprattutto di dormire. Dormire.
In questi giorni mi sono accorta di come il blog stia diventando un po' meccanico: ormai è tutto un recensione-acquisti della settimana-cover del mese. Abbiamo pensato quindi di creare questa nuova rubrica chiamata Elecubrazioni di una lettrice, che verrà pubblicata quando una delle due, io o Ari, ha voglia di raccontare un po' di sè, delle proprie letture, per rendere il blog più personale e vario... Inauguro la rubrica raccontandovi le ultime notizie!

RECENSIONE: The Summoning di Kelley Armstrong

the-summoning-kelley-armstrong-faziTitolo: The Summonig - Il richiamo delle ombre
Autore: Kelley Armstrong
Anno di pubblicazione: 2011 
Pagine: 343
Prezzo: 10€
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Chloe Saunders, una teenager come tante. Pochi sogni nel cassetto, ancora nessuna particolare aspirazione, se non quella di diplomarsi con un voto decente, avere molti amici, magari trovare un ragazzo da amare. Sebbene le sue aspettative siano basse nei confronti della vita, mai avrebbe potuto immaginare che nel bagno della scuola, invece di ragazze che si rifanno il trucco, o parlano del giocatore di football che le ha invitate al ballo, le sarebbe apparso il bidello della scuola, il bidello morto. Chloe infatti può vedere i fantasmi, e loro possono vedere lei. La sua vita non sarà mai più la stessa. Molto presto gli spettri sono ovunque, le richiedono attenzione, invocano il suo aiuto. È troppo per lei: la ragazza ha un crollo nervoso, tanto da essere internata in una casa per ragazzi disturbati. Lyle House, "un posto per ritrovare la serenità", reciterebbe una brochure, se ne esistesse una. Purtroppo la realtà si rivela presto meno patinata e tranquilla, quando Chloe conoscerà meglio gli altri pazienti - le due compagne di stanza: la detestabile Tori, una persona sin troppo elettrica, e Rae, che ha un "problemino" col fuoco, l'affascinante Simon e l'ombroso fratello Derek, la cui ostilità nei suoi confronti si stempererà lentamente, sbocciando in un affetto che nessuno dei due avrebbe previsto - la ragazza inizierà a realizzare che c'è qualcosa di sinistro che lega tutti loro, che c'è una vena molto più oscura che si cela nelle fondamenta di Lyle House...


Kelley Armstrong. 
Cara, Kelley Armstrong, perchè i tuoi libri mi piacciono tanto? 
La prima volta che ho letto la trama ho pensato che fosse poco originale, sapeva di già visto; poi però ho letto il libro. E che libro! L'autrice mi ha conquistata in un modo strano, non so come spiegarlo, quindi per adesso mi limito a parlare della trama...

venerdì 22 febbraio 2013

READ - TOGETHER : ODYSSEA di Amabile Giusti


Cercatori di Libri (o meglio, Ale) si sta appassionando alle Letture di Guppo organizzate da altri blog. Il nostro partecipa già al Gruppo di Lettura: L'Accademia dei vampiri di Richelle Mead e adesso anche a Read Together: Odyssea di Amabile Giusti, ideata dal blog Inside a Book. L'autrice è italiana, la trama è molto interessante e misteriosa, la copertina lascia senza fiato, ci sono recensioni positive ovunque: Odyssea si preannuncia una gran bella lettura! Questo è il calendario delle tappe:  
19 febbraio - 24 febbraio -> ISCRIZIONI
25 febbraio - 3 marzo -> PRIMA TAPPA: capitoli 1 - 6
4 marzo - 10 marzo -> SECONDA TAPPA: capitoli 7 - 12
11 marzo - 17 marzo -> TERZA TAPPA: capitoli 13 - 18
18 marzo - 24 marzo -> QUARTA TAPPA: capitoli 19 - 23
Se siete interessati, QUI potete trovare un post scritto da Rosellina con tutte le inforamazioni necessarie per partecipare, però affrettatevi, avete tempo fino a domani!

Tu sei una strega, Odyssea, ma non una strega qualsiasi.
Chi ha i poteri non ha bisogno di formule.
Ha tutto dentro di sé.
Basta che desideri.

http://image.anobii.com/anobi/image_book.php?type=5&item_id=01a755c1d52dd3b8fe&time=1357572099Titolo: Odyssea - Oltre il varco incantato
Autore: Amabile Giusti
Anno di pubblicazione: 2013
Pagine: 361
Prezzo: 15,90€
Formato: cartaceo (brossura)
Trama:  Se potesse, Odyssea, sedici anni e nessuna bellezza, chiederebbe molte cose a sua madre. Ad esempio perché da anni sono costrette a vivere come fuggiasche, senza una meta, una casa stabile e, soprattutto, senza un padre. Finché in una tiepida notte d’estate, attraversando un varco incantato nascosto nel bosco, sua madre la riporta a Wizzieville, dove è nata, e lei scopre di appartenere a una cerchia di persone speciali, dotate di rari poteri. Ma a Wizzieville brulica il Male. Un nemico sanguinario perseguita la sua famiglia da generazioni ed è tornato sotto mentite spoglie per attuare il suo crudele disegno. Come se non bastasse, l’amore la coglie di sorpresa. Il misterioso e impavido Jacko entra nella sua vita e devasta il suo cuore inesperto. Ma come mai tutti lo temono e lo disapprovano? Può fidarsi di lui? Minacciata da un’oscura condanna, Odyssea dovrà crescere e trovare in sé la forza di difendersi. Non può concedersi errori. Il nemico è in agguato. Potrebbe essere ovunque, potrebbe essere chiunque.

giovedì 21 febbraio 2013

COVER DEL MESE #4

-PRIMO POSTO-
Ho capito la scelta del soggetto di questa copertina solo dopo aver letto il libro. La ragazza in primo piano potrebbe essere Anne Collodi, la stramba e forte protagonista femminile del romanzo, che intraprende un viaggio attraverso due dimensioni parallele per ritrovare la sorella scomparsa, e che dalla copertina ci fissa triste e sognante... 

Terrestre di Jean-Claude Mourlevat, Rizzoli (2012)- 15€
Autunno. Campagna. Mattina. Piove. Quando Anne imbocca una strada in mezzo al nulla non può certo immaginare che cosa l'aspetta. Ha per compagno uno scarabeo e nella testa un solo pensiero: ritrovare la sorella Gabrielle, scomparsa da quelle parti un anno prima. Di certo non sa che sta varcando i confini di un mondo rarefatto, dove le auto volano, i palazzi sono di vetro, la gente non respira e non sa cos'è l'amore. In quella realtà asettica e brutale Anne rischia la vita. Ma nell'ombra esiste forse qualcuno disposto ad aiutarla: persone che sognano un luogo chiamato Terra, in cui il vento scuote gli alberi e gli odori aleggiano nell'aria...


-SECONDO POSTO-
La cover italiana è anche meglio dell'originale! La Casa Editrice ha mantenuto lo stesso soggetto ma ha modificato il font; colorandolo di azzurro, si abbina con il vestito della ragazza. Inoltre la cornice con le ragnatele che pendono da un tocco macabro alla scena.

Alice in Zombieland
Alice in Zombieland, Harlequin Mondadori (2013) - 6,99€
Se qualcuno mi avesse detto che la mia vita sarebbe cambiata in un momento, sarei scoppiata a ridere. E invece è proprio quello che è accaduto. Un attimo, un secondo, il tempo di un respiro, e tutto ciò che amavo è sparito. Mi chiamo Alice Bell, e la notte del mio sedicesimo compleanno ho perso la madre che adoravo, la mia sorellina e il padre che non ho mai capito finché non è stato troppo tardi. Quella notte ho scoperto che lui aveva ragione: i mostri esistono veramente. Gli zombie mi hanno portato via tutto. E adesso non mi resta che la vendetta... Per realizzare i suoi propositi, Alice dovrà imparare a combattere contro i non-morti e fidarsi del peggiore dei cattivi ragazzi della scuola, Cole Holland. Ma lui nasconde dei segreti. E quei segreti potrebbero rivelarsi persino più pericolosi degli zombie.




 -TERZO POSTO-
Quella di Green è in assoluto la copertina più bella della Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier. E' praticamente perfetta: il vestito della ragazza, il linguaggio del corpo mi trasmettono un forte senso di dinamismo, mentre lo sfondo cupo e lo stormo in secondo piano si legano e rimandano alle cover dei volumi precedenti.

Green di Kerstin Gier, Corbaccio (2012) - 16,60€  
"Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino... 

Secondo voi qual'è la Cover del Mese?


ANTEPRIMA: Hybrid di Kat Zhang

hybridTitolo: Hybrid - Quel che resta di me
Autore: Kat Zhang
Pubblicazione: 6 Marzo 2013
Pagine: 320
Prezzo: 12€
Trama: In un futuro distopico, ogni persona nasce con due diverse personalità, due anime. Con il passare del tempo, in modo naturale, l'anima dominante prende il sopravvento e quella recessiva viene dimenticata, scompare come un amico immaginario che ci ha tenuto compagnia solo nell'infanzia. Il sopravvivere delle due anime dopo la pubertà è illegale e visto dalla società come un'aberrazione da correggere. Ma in Addie, nonostante i suoi sedici anni, è ancora presente Eva, la sua seconda anima ancora attiva. È proprio Eva la voce narrante che ci fa vivere le emozioni dal suo punto di vista. Rannicchiata nella mente di Addie, Eva interagisce con l'altra parte di sé: come due vere sorelle si amano, si proteggono, ma possono diventare anche gelose l'una dell'altra. Nonostante tutti i tentativi per difendere e nascondere l'esistenza della debole Eva, il segreto di Addie viene scoperto e le due vengono rinchiuse in un agghiacciante centro per ibridi non resettati. L'unico modo per sopravvivere entrambe è una fuga impossibile.

 
What's Left of Me (The Hybrid Chronicles, #1)Sto già contando i giorni che mi dividono dall'uscita di Hybrid - Quel che resta di me di Kat Zhang! Avevo notato questo libro grazie alla copertina originale e Google Traduttore il mio fantastico inglese mi aveva aiutata a tradurne la trama. Futuro distopico. Due anime in un solo corpo. L'anima debole che non vuole essere dimenticata. Una fuga. 
Questo libro ha decisamente tutte le caratteristiche per aggiudicarsi un posticino fra i miei distopici preferiti!
Mancano solo 13 giorni...
Siete curiosi quanto me?

 

mercoledì 20 febbraio 2013

RECENSIONE: Mi chiamo Chuck di Aaron Karo

Dopo cinque intensi giorni dedicati completamente alla lettura (e allo studio del Gotico Temperato) torno per presentarvi la recensione di Mi chiamo Chuck, ho diciassette anni e, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo, un divertente romanzo pubblicato lo scorso Aprile...


Titolo: Mi chiamo Chuck
Autore: Aaron Karo
Anno di pubblicazione: 2012
Pagine: 288
Prezzo: 12€
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Chuck Taylor ha diciassette anni e mille paranoie. Si lava le mani continuamente, controlla ossessivamente le manopole dei fornelli e il terrore dei germi condiziona le sue relazioni sociali, di fatto quasi inesistenti se si esclude Steve, goffo amico del cuore bersaglio delle angherie dei bulli della scuola. Chuck ha anche una sorella, Beth, che lo ignora al punto da negargli persino l’amicizia su Facebook. La sua giornata è costellata dalla ripetizione di gesti, regole maniacali che lui stesso si è imposto per non perdere del tutto il controllo di sé. E poi ci sono le Converse All Star: ne possiede decine di paia di ogni colore che ha abbinato ai vari stati d’animo. Converse rosse = arrabbiato, gialle = nervoso e così di seguito. I genitori, però, sono sempre più preoccupati e, nonostante le rimostranze di Chuck, decidono di spedirlo dalla strizzacervelli. Ma è l’arrivo di una nuova compagna di classe a cambiare radicalmente la vita di Chuck e ad aggiungere un nuovo colore alla sua collezione di Converse. Impossibile non ridere con questo esilarante racconto in prima persona di Chuck, uno dei più divertenti e struggenti personaggi della narrativa contemporanea.



Con un titolo del genere non potevo non comprare Mi chiamo Chuck, ho diciassette anni e, stando a Wikipedia, soffro di un disturbo ossessivo-compulsivo. Ho provato a leggerlo tutto  d'un colpo e ho rischiato di farmi scoppiare un polmone; sorvolando sulla salute dei miei organi interni (ho ancora due polmoni, tranquilli) ho trovato il primo libro di Aaron Karo molto piacevole. 

venerdì 15 febbraio 2013

ACQUISTI DELLA SETTIMANA #7

Titolo: Il primo peccato
Autore: Luca Centi
Anno di pubblicazione: 2013
Pagine: 29
Prezzo: 0,00€
Formato: e-book
Trama: Londra, 1837. La giovane Talia si sta preparando per un viaggio molto particolare. Una missione in una delle magioni più belle di Brighton. Qui la ragazza dovrà intrufolarsi per rubare il Primo Peccato, un oggetto prezioso, l'eredità del padre inventore scomparso da poco. Questo oggetto nasconde un terribile segreto, un segreto che riguarda la vita di Talia e gli strani sogni che popolano le sue notti.
( QUI la sceda de Il sogno della Bella Addormentata di Luca Centi, sul sito di Piemme Freeway)

 

 
Titolo: La cacciatrice della notte
Autore: Jeaniene Frost
Anno di pubblicazione: 2010 
Pagine: 350
Prezzo: 12,90€
Formato: cartaceo (brossura)
Trama: Catherine Crawfield, metà donna e metà vampiro, è a caccia di non morti. Sta cercando suo padre, che è uno di loro, e non si fermerà finché non lo avrà trovato, perché deve vendicarsi dell'uomo che ha rovinato la vita di sua madre. Ma finisce in una trappola e viene catturata da Bones, un vampiro mercenario, con il quale si troverà costretta a stringere un'alleanza che potrebbe avere conseguenze devastanti. In cambio dell'aiuto a trovare suo padre, Cat accetta di lasciarsi allenare da quell'affascinante cacciatore della notte, fin quando i suoi riflessi non saranno diventati scattanti e taglienti quanto gli artigli di lui. Già sconvolta dal fatto di non essere stata divorata subito da Bones, Cat comincia a domandarsi se esistano anche vampiri buoni. Ma prima di potersi rallegrare degli ottimi effetti dell'addestramento come cacciatrice di demoni, si troverà alle calcagna una banda di assassini. Catherine dovrà scegliere da che parte stare... e la tentazione di cedere a Bones si farà sempre più forte.


Il Buco nel rumoreTitolo: Il buco nel rumore
Autore: Patrick Ness
Anno di pubblicazione: 2008
Pagine: 528
Prezzo: 21,50€
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama:
E se si potessero sentire i pensieri degli altri? Se si potesse sentire tutta la gioia, tutto il dolore, la pena, i rimpianti, i desideri e i segreti degli altri? Se i pensieri di tutti — tuoi e di chi ti sta intorno — fossero un Rumore che ti travolge e che non puoi fermare? Che cosa faresti tu? Che cosa faresti tu se un giorno scoprissi che nonostante quei pensieri come una voce continua, nonostante il Rumore, tutti, da sempre, ti hanno mentito sul mondo in cui vivi?





C'è qualcosa di nuovo nella vostra libreria?


martedì 12 febbraio 2013

RECENSIONE: The sky is everywhere di Jandy Nelson


Titolo: The sky is everywhere
Autore: Jandy Nelson
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 270
Prezzo: 15€
Formato: cartaceo (brossura)
Trama: La diciassettenne Lennie Walker è praticamente perfetta: ama i libri, suona il clarinetto nella banda della scuola e trascorre gran parte del suo tempo felicemente riparata dall'ombra della volitiva sorella maggiore, Bailey. Ma quando Bailey muore, d'improvviso Lennie si ritrova catapultata al centro del palcoscenico della vita. E, a dispetto della sua inesistente esperienza con l'altro sesso, si troverà a barcamenarsi tra le attenzioni di ben due ragazzi. Toby è l'ex fidanzato di Bailey: il suo dolore fa da eco a quello di Lennie. Joe, invece, si è da poco trasferito in città, dopo un'infanzia trascorsa a Parigi, e il suo magico sorriso sembra essere eguagliato solo dal suo straordinario talento musicale. Per Lennie, Toby e Joe sono come il sole e la luna: se uno è capace di spazzar via il dolore, l'altro le offre conforto. Eppure, proprio come le loro controparti celesti, i due ragazzi non possono incontrarsi l'uno nell'orbita dell'altro senza che il mondo esploda. 

LA MIA RECENSIONE

Tranquilli, la copertina trae in inganno. The sky is everywhere è quel tipo di libro da leggere e rileggere. Mi tengo sempre lontana dai libri tristi, e con una trama del genere sapevo che ci sarebbero state cascate di lacrime, in più c'era quella cosa orribile chiamata triangolo amoroso e a un vertice si trova il fidanzato della sorella morta della protagonista. Mi chiedevo: come si fa a scrivere un libro del genere? Come può una storia del genere non risultare squallida e meschina? Pensavo che questo libro non mi sarebbe piaciuto, che avrei saltato pagine e pagine smielate, svenevoli, sdolcinate e invece...

lunedì 11 febbraio 2013

RECENSIONE: Paranormalmente di Kiersten White


Titolo: Paranormalmente
Autore: Kiersten White
Anno di puibblicazione: 2011
Pagine: 410
Prezzo: 9,90€
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Evie sogna una vita normale, ma quando a sedici anni si ha il dono di vedere i mostri e si è un'agente del Centro Internazionale del Contenimento del Paranormale anche la ricerca della normalità può essere un'avventura. Se poi ci si mette una sirena come amica del cuore, una fata dei boschi maschio come ex e una cotta per un aitante mutaforma, la missione diventa quasi impossibile... Ma fra mille avventure, e qualche momento di romanticismo, dopo aver sconfitto un'oscura profezia delle fate, aver salvato il mondo del paranormale e aver fatto i conti con la sua vera identità, Evie, accoccolata sotto una coperta con Preston, il suo mutaforma, sentirà le loro anime fondersi e l'amore trionferà su tutto, nel mondo normale, e anche in quello un po' più strano. Ironico e dissacrante, Paranormalmente è un romanzo pieno di azione e di fantasmagorici colpi di scena. Una lettura divertente e originale che sfata i miti fantasy più in voga ridicolizzando i vampiri e ingentilendo i lupi mannari. 


Evie ha sedici anni, capelli talmente biondi da sembrare bianchi, lunghissimi, che tiene legati in una folta treccia. Ama il rosa, è ironica, un po' svampita anche, cura il suo look dalla testa ai piedi.  Sarebbe un adolescente normale se non fosse che gira con un taser (il suo è rosa zebrato e si chiama Tasey) ed è sempre pronta a mettere KO un nemico. Sì, perché Evie è capace di vedere oltre le apparenze dietro cui i paranormali si celano. Riesce a superare con la sguardo quel sottile velo che nasconde il corpo in putrefazione di un vampiro, avvolto da una pelle giovane e viva; riconosce se la cameriera carina che ti sta servendo è una ninfa dei boschi, se il bel ragazzo che ti passa di fianco è un lupo mannaro. Quando aveva otto anni ha scoperto questa dote e da allora lavora per l'AICP, l'Agenzia Internazionale per il Controllo del Paranormale; qui ha trovato una migliore amica sirena Lish, un fidanzato-diventato-poi-ex che in realtà è una fata maschio di migliaia di anni e una specie di madre adottiva.

ANTEPRIMA: Il Figlio di Lois Lowry

Si conclude con Il Figlio la serie scritta da Lois Lowry; è una delle più amate del genere distopico/post apocalittico e comprende The Giver - Il Donatore, Gathering Blue - La Rivincita, The messanger - Il Messaggero, libri pubblicati dalla collana Y della Giunti a distanza di un anno l'uno dall'altro.

Titolo: Il Figlio
Autore: Lois Lowry
Pubblicazione: 13 Febbraio 2013
Pagine: 384
Prezzo: 9,90€ 
Formato: cartaceo (brossura)
Trama: I personaggi e i tre mondi che abbiamo imparato a conoscere e che ci hanno emozionato con The Giver, La Rivincita e Il messaggero finalmente trovano un comune epilogo. Il libro si apre nella stessa comunità di The Giver, ordinata e perfettamente regolata nei ritmi e nei ruoli. Claire, infatti, è stata destinata nella cerimonia dei Dodici a fare la Partoriente e seguendo il programma dà luce al primo figlio. Purtroppo però qualcosa va storto, il parto ha delle complicazioni e Claire deve essere ricollocata in quanto non adatta al ruolo. Si trova quindi a lavorare al Centro Ittico e a sentirsi diversa dagli altri - saranno forse le pillole che si sono scordati di darle? Sente una mancanza, continua a pensare al Prodotto che ha dato alla luce... a quanto pare è sopravvissuto ed è un maschietto. Trovare una scusa per andare al Centro di Puericultura a vederlo non è tanto difficile. Ma secondo le dure leggi della Comunità, questo Prodotto deve essere eliminato perché difettoso.
          
          

Avete già letto qualcosa di Lois Lowry?

Siete curiosi di leggere il capitolo 

 finale della serie?

domenica 10 febbraio 2013

RECENSIONE: Will ti presento Will di John Green e David Levithan


Titolo: Will ti presento Will
Autore: John Green e David Levithan 
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 329
Prezzo: 17,50€
Formato: cartaceo (brossura)
Trama: Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull'amicizia, l'amore e su loro stessi. 
  

 





Stare con qualcuno è una cosa che scegli.
Essere amici è una cosa che sei e basta.


John Green l'ha rifatto: ha scritto un altro libro fantastico. Divertente, leggero, frizzante, Will ti presento Will è la sua quinta opera e ribadisce la sua capacità di creare personaggi, storie e situazioni uniche e particolari come in tutti gli altri suoi libri (QUI). Il merito di questo risultato va anche a David Levithan che è autore di Boy meets boy e Nick e Nora: tutto accadde in una notte, libri che voglio leggere da una vita. Ho letto da qualche parte che Green ha scritto la storia di Will Grayson mentre Levithan ha scritto quella di will grayson (sì, tutto in minuscolo). Già, perché il libro è narrato dai punti di vista di entrambi i Will, ma poiché ognuno di essi ha una personalità e una vita completamente differenti dall'altro, questa omonimia non crea problemi, fortunatamente! WillGrayson.jpgParliamo dei personaggi: ci sono i due Will Grayson, quello con le maiuscole di John Green è un ragazzo timido che si fa trasportare dalla corrente, senza opporsi alle regole e ai pregiudizi del liceo e che vuole passare inosservato. Ha un migliore amico: Tiny Cooper, molto grasso, molto estroverso e teatrale e molto gay. Tiny (che in inglese significa piccolo, minuto) sta organizzando un musical autobiografico intitolato The Tiny Dancer in cui racconta tutta la sua vita: gli innamoramenti istantanei e la loro morte precoce e l'incontro con Will. Tutto questo cantato e interpretato da lui! Will è oppresso da questa personalità prorompente e non si oppone nemmeno quando Tiny cerca di farlo uscire con Jane, una ragazza intelligente e una vera appassionata di musica. Poi c'è il will grayson di David Levithan: è emo, vive con la madre e ha una sola amica, Maura. Che proprio amica non si può definire visto che finge di essere Isaac, un ragazzo che will ha conosciuto in chat e di cui si è innamorato, e lo invita ad un appuntamento al buio. Per uno strano scherzo del destino entrambi i protagonisti si ritrovano in un sexy shop di Chicago e questa coincidenza cambierà, come dice la trama, le loro vite...
Con questo libro Green non delude e bisogna dire che Levithan è altrettanto bravo: le storie dei due Will, pur scorrendo parallele non creano confusione e sono facili da seguire. Il libro parla di amicizia, di amore, ma non con toni seriosi e filosofici: i protagonisti ci spiegano come la pensano con la propria voce, con le parole di un adolescente normale. Gli avvenimenti sono uno più divertente e particolare dell'altro, fanno venir voglia di continuare a leggere la storia, vedere come si intrecceranno i destini di Will e will, assistere alla loro vita e alla loro maturazione.

VOTO: 8
-Ale- 


 Questa recensione partecipa a 100 Libri in un anno - Reading Challenge 2013 di Atelier dei Libri

mercoledì 6 febbraio 2013

GRUPPO DI LETTURA: L'ACCADEMIA DEI VAMPIRI di Richelle Mead

 
 

Da quanto tempo voglio leggere questa saga?! Sono sempre stata incuriosita dalla trama ma scoraggiata da quella copertina orrenda  finta e artificiosa (cosa significa quella goccia di sangue che cola? Dovrebbe colpire il compratore? Bha...). Poco tempo fa ho aggiunto nella mia Wish List il primo volume intitolato L'accademia dei vampiri, ma il costo, attualmente troppo eccessivo per le mie tasche, mi ha fatto rinunciare al desiderio di averlo presto tra le mie manine. E poi boom!, Denise di Reading is Believing organizza questo Gruppo di Lettura ed è l'occasione perfetta per scoprire finalmente la magia scaturita dalla penna di Richelle Mead! Inutile dire che mi sono subito iscritta :)
QUI potete trovare il post con tutte le informazioni al riguardo, tra cui lo schema con l'organizzazione delle varie tappe e altre notizie sulla saga!

Titolo: L'Accademia dei Vampiri
Autore: Richelle Mead
Anno di pubblicazione: 2009
Pagine: 427
Prezzo: 17€ 
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Lissa Dragomir, principessa Moroi, vampiro mortale, dev'essere protetta a tempo pieno dalle minacce degli Strigoi, i vampiri più pericolosi, quelli che non muoiono mai. La sua migliore amica e custode, Rose, è una Dhampir, un incrocio fra vampiro e umano. Rose e Lissa, dopo due anni di fuga dal loro mondo per assaggiare un po' di realtà, vengono intercettate e riportate a St. Vladimir's, l'Accademia dei Vampiri in cui studiano. Quando ci riescono: perché tra balli e innamoramenti, flirt con i più anziani, fascinosi tutor e conflitti sempre aperti con gli insidiosi Strigoi hanno pochissimo tempo per pensare ai libri. 




RECENSIONE: Wintergirls di Laurie Halse Anderson

Titolo: Wintergirls
Autore: Laurie Halse Andarson
Anno di pubblicazione: 2010
Pagine: 336
Prezzo: 9,90€
Formato: cartaceo (rilegato)
Trama: Lia e Cassie sono amiche dall'infanzia, ragazze congelate nei loro fragili corpi, in competizione in un'assurda gara mortale per stabilire chi tra loro sarà la più magra. Lia conta maniacalmente le calorie di tutto quello che mangia e di notte quando i suoi non la vedono si sfinisce di ginnastica per bruciare i grassi. Le poche volte che mangia, cerca di ingerire cose che la feriscono, come cibi ultrapiccanti, in modo da ''punirsi'' per aver mangiato. Si ingozza d'acqua per ingannare la bilancia nei giorni in cui la pesano. Quando eccede nel cibo ricorre ai lassativi e passa il tempo a leggere i blog di ragazze con disturbi alimentari che si sostengono a vicenda. Nel suo libro più toccante e poetico dopo ''Speak'', finalista al National Book Award, l'autrice di best seller, L. H. Anderson esplora l'impressionante discesa di una ragazza nel vortice dell'anoressia.



Zero chili, zero vita, taglia zero, zero peso. Zero e basta.
A volte ho così tanta fame che potrei mangiarmi a morsi la mano destra.

LA MIA RECENSIONE
Wintergirls è uno dei primi libri della collana Y della Giunti (dedicata ai lettori young adult) che ho letto. Le caratteristiche principali di questa collana sono il prezzo ridotto dei volumi, anche se quest'ultimi sono di alta qualità e rilegati, e il formato piccolo, misurano infatti circa 12X18cm. Wintergirls è stato scritto da Laurie Halse Anderson dopo le numerose lettere ricevute dalle sue lettrici con disturbi dell'alimentazione; ha scritto inoltre Febbre1793, Speak - Le parole non dette, pubblicato insieme al DVD del film inedito in Italia con protagonista la quattordicenne Kirsten Stewart, e il più recente Le emozioni difettose. L'autrice tratta argomenti difficili da affrontare: l'anoressia, la violenza sessuale, la perdita di un genitore. E lo fa sempre con grazia e delicatezza, con una scrittura diretta e cruda che non nasconde tuttavia le parti più brutte della vita di queste adolescenti difficili. Nel caso di Wintergirls non si risparmia: descrive perfettamente il disagio di Lia, una ragazza che non si sente bella nel proprio corpo, che arriva ad odiare la propria pelle e il proprio aspetto.

lunedì 4 febbraio 2013

LIBRO VS E-BOOK

LIBRO CARTACEO O E-BOOK?
La tecnologia ha cambiato il tuo modo di leggere?


-Ale-
Il dibattito è acceso su molti blog, qualche volta se ne parla anche sui giornali, credo che ogni lettore si ponga la stessa domanda: preferisco il caro, buon vecchio libro o i nuovi e tecnologici e-book? Io ho sempre letto libri di carta, ma notando i prezzi molto più bassi sui vari siti che vendono libri, ho acquistato ad Agosto un Kindle, un lettore di e-book in vendita su Amazon. Sorvolando sul fatto che pochi giorni dopo è uscito il nuovo modello Kindle Fire HD (maledizione!), sono tutt'ora molto soddisfatta; Alaska (così si chiama) è manegevole, piccolo e pesa poco, inoltre può contenere tantissimi libri senza occupare spazio.
Non per questo rifiuto i libri cartacei. Compro ancora e soprattutto nelle librerie reali; di sicuro quando acquisto in quest'ultime ho la possibilità di guardarmi in giro, osservare tutte le copertine, toccare il volume e apprezzarne la consistenza, notare se le pagine sono spesse o leggerissime come carta velina... Ok, adesso sembro una pazza ossessiva, però queste sono le cose che amo fare quando le mie mani bramose stringono un nuovo libro. Apprezzo un libro in qualsiasi forma esso venga letto: che sia un file, su carta stampata, o scritto nella sabbia, mi basta che trasmetta qualcosa, mi basta che a distanza di anni io possa ricordarne i protagonisti come degli amici.

il mio Kindle e la sua custodia color porpora dotata
di lucina per la lettura notturna (sembra che
i produttori di custodie mi conoscano bene...)
RISULTATO FINALE: PAREGGIO!

venerdì 1 febbraio 2013

RECENSIONE: Matched - La scelta di Ally Condie

https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQo71NMyv0AM0PGHRLXUYf7YLh4SEdOv674_Tc84zNYEBevj95KTgTitolo: Matched - La scelta
Autore: Ally Condie
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 351
Prezzo: 18.50€
Formato: cataceo (rilegato)
Trama: Cassia non ha mai avuto dubbi: la Società sceglierà sempre il meglio per lei. Cosa leggere, cosa amare. In cosa credere. E quando Il volto di Xander appare sullo schermo dell'Abbinamento, il sistema che unisce individui geneticamente compatibili per creare coppie perfette. Cassia non ha incertezze: è lui il suo Promesso, il ragazzo giusto per lei. La sua gioia, tuttavia, non durerà a lungo: un malfunzionamento del Sistema le mostrerà il volto di un'altra persona, proprio prima che lo schermo si oscuri, qualcuno che lei conosce, Ky Markham. La Società le comunica che si è trattato di un errore tecnico, cosa rara in un mondo in cui le sviste non sono ammesse, ma Cassia non può impedirsi di pensare a lui, d'incontrare il volto del ragazzo in ogni suo sogno, in ogni suo pensiero. E una domanda, la più proibita e pericolosa, inizia a farsi strada: e se non fosse lei a essere sbagliata? Se fosse Ky il suo vero Promesso? Quale sarà la scelta di Cassia? Tra Xander e Ky, tra un amore obbligato e un amore che è il simbolo stesso della ribellione, chi avrà la forza di scegliere? 



Non andartene docile docile in quella buona notte.
Infuria, infuria, contro il morire della luce.


Avevo paura di leggere questo libro. Proprio come avevo paura di leggere Delirium di Lauren Oliver. In entrambi i casi la presenza di enormi aspettative ha forse influenzato il giudizio finale, tuttavia Matched mi ha comunque colpito, Delirium invece è stata la delusione più grande del 2012, come ho già detto nella sua recensione (qui).
Prima di cominciare a scrivere la recensione, volevo fare chiarezza su un genere di libro che amo e prediligo: il dispotico. Matched, insieme per esempio a Delirium, The Hunger Games di Suzanne Collins, Divergent di Veronica Roth (qui) e Il Labirinto di James Dashner, appartiene a quel nuovo, per così dire, genere letterario detto dispotico che coinvolge soprattutto i giovani lettori. Questi libri hanno in comune alcune caratteristiche: la società è spesso tirannica e controlla da vicino tutta la popolazione, facendo propaganda dei propri principi; l'individualismo è un reato punibile con una pena carceraria; le tecnologie sono molto avanzate e il mondo fuori dallo Stato centrale è considerato selvaggio e pericoloso; spesso le vicende si svolgono in un periodo post-apocalittico.